App

Le app, oggi, sono lo strumento principe per comunicare e interagire con il proprio pubblico e non è difficile intuirne il motivo: tutti abbiamo, sempre, a portata di mano uno smartphone, e talvolta anche un tablet. Due strumenti che ci permettono di interagire costantemente con i brand che amiamo e che offrono, per converso, a voi, la possibilità di amplificare servizi e promozioni presso un pubblico per definizione interessato ad usufruirne. Del resto chi scaricherebbe una app se non un affezionato cliente?
Se unite a queste considerazioni la facilità con cui è possibile comunicare qualsiasi iniziativa, capirete perfettamente perché un’app è sempre un ottimo investimento.
Del resto riuscite a pensare ad un tool più smart di un’app per tenere aggiornati i vostri clienti? Pensateci, basta una semplice notifica per ricordare a chi l’ha scaricata che uno sconto ha inizio, prosegue per una, due, tre settimane, e infine termina. E oggi che al panorama dei servizi tecnologici si affacciano gli assistenti vocali, le app già predisposte per questo tipo di interazione rappresentano sicuramente il miglior prodotto a cui affidare il vostro business.
Insomma, anche se non siamo scesi nei particolari, ormai lo avrete capito. Le app non sono tutte uguali e spaziano sia a livello di sviluppo che di funzionalità. Il nostro primo compito sarà, dunque, quello di aiutarvi a capire, e poi a scegliere, l’app più adatta al vostro progetto o al budget a vostra disposizione.

App native

Sono le app più performanti, quelle che permettono di accedere facilmente a tutto l’hardware del dispositivo, ma anche le più onerose e lunghe da sviluppare perché richiedono una specifica declinazione per ciascun sistema operativo (iOS e Android).
A dispetto di ciò, sappiate che costituiscono la maggior parte della app utlizzate dal grande pubblico. Il che significa che molti prima di voi ne hanno colto le potenzialità e la resa più che sicura. Della serie quando il gioco vale candela!

PWA

Con le PWA siamo invece in presenza di un vero e proprio mix tra un sito web e un’app: uno strumento che assomma il meglio di entrambe le tecnologie.
A livello di back-end (lato sviluppo) le PWA sono un’infrastruttura web a tutti gli effetti, il che permette all’app di essere perfettamente responsive (ovvero di adattarsi a tutti i dispositivi come fanno i siti web). Inoltre, la possibilità di sfruttare il protocollo dei siti web SSL (https) le rende assolutamente sicure.
A livello di front-end, invece, le PWA si comportano esattamente come le app, con tutti i vantaggi sopra descritti.

App ibride (o multipiattaforma)

È una via di mezzo tra un’app nativa e una web app, ma è sufficiente svilupparla una sola volta perché sia compatibile con tutte le piattaforme. Le prestazioni risultano inferiori a quelle fornite da una app nativa, ma l’accesso all’hardware degli smartphone è maggiore rispetto a quello di una web app.
Sempre rispetto alle app native, risulta più rapida e meno onerosa da sviluppare (anche gli aggiornamenti verranno effettuati una sola volta e saranno validi per tutte le piattaforme).
Insomma, pro e contro, da valutare con un esperto, perché non necessariamente ciò che è ibrido è anche funzionale a tutte le esigenze. Ma per questo ci siamo noi!